Mal di denti nei bambini: quali sono le possibili cause?

0
59

Come gli adulti, anche i bambini possono soffrire di mal di denti. Di norma, il dolore si manifesta a causa dell’eruzione dei denti da latte od alla comparsa di carie. Tendenzialmente, con lo spuntare dei primi dentini, il fastidio percepito dal neonato è davvero intenso e può durare anche per un lungo periodo.

Per cercare di portare un po’ di sollievo al bambino ed evitare l’abuso di farmaci anestetici o antinfiammatori, è importante cercare di ricorrere a rimedi naturali, come sollevare il materasso in corrispondenza della parte superiore del lettino. Inoltre, è possibile far giocare il piccolo con oggetti gommosi, ma piuttosto duri e possibilmente refrigerati, così da poter trovare un po’ di sollievo nel morderli.

Man mano che il bambino cresce, il dolore percepito a livello della dentizione è da imputare ad eventuali traumi o al bruxismo notturno. Tuttavia, in prevalenza dipende dall’insorgere della carie dentale, che è provocata per lo più da abitudini scorrette, come la poca attenzione all’igiene orale ed un’alimentazione non adeguata.

Infatti, i bambini preferiscono i cibi ad elevato contenuto di zuccheri e non sempre vengono aiutati dai genitori a portare avanti una corretta pulizia dei denti. In questo modo si crea l’habitat ideale per permette a germi e batteri di svilupparsi, dando inizio al processo di erosione dello smalto.

L’importanza delle visite di controllo fin dalla tenera età

Molti genitori pensano che non sia importante curare le carie che interessano i denti decidui, poiché destinati a cadere e ad essere sostituiti da quelli permanenti. In realtà, non è così, prima di tutto perché a lungo andare le carie, come visto in precedenza, possono causare dolore, che si accentua durante i mesi estivi, in quanto il caldo dilata i capillari, aumentando la pressione sulla parte infiammata.

Inoltre, possono determinare una caduta precoce dei denti da latte e compromettere la regolare crescita della dentizione permanente. Di fatto, è fondamentale iniziare a portare i bambini a periodici controlli dal dentista fin dalla tenera età, in modo da prevenire qualunque situazione spiacevole od evitare che evolva in maniera drastica, rendendone difficile l’intervento.

La cosa migliore, quindi, è individuare uno studio dentistico specializzato in ortodonzia pediatrica Milano, in cui il piccolo paziente possa trovare un ambiente sereno, imparare tutti i segreti per portare avanti una corretta igiene orale per tutta la vita e ricevere un’adeguata assistenza in caso di necessità.

Qual è il ruolo dei genitori?

Di fatto, i genitori hanno l’importante compito di educare i bambini alla corretta igiene orale quotidiana. Tuttavia, non tutti sanno come sia meglio agire e comportarsi. In caso di dubbi, la cosa migliore da fare è chiedere consiglio al pedodonzista, ossia ad un odontoiatra che si occupa esclusivamente della salute orale dei bambini. In generale, è meglio non rimandare troppo a lungo l’appuntamento con il dentista.

Di fatto, i controlli annuali sono consigliati a partire dal 4 anno di vita, ovvero quanto la dentizione decidua è pressoché completa. Solo in questo modo, infatti, è possibile verificare lo stato di salute della bocca del bambino ed  instaurare un rapporto sereno e duraturo tra paziente ed odontoiatra pediatrico, in modo da evitare l’insorgenza di inutili paure e timori, che, con il tempo, possono diventare paralizzanti.