La paura del dentista: da cosa dipende e come superarla al meglio

0
211

La stomatofobia, più comunemente nota come paura del dentista, nelle forme più gravi, può scatenare veri e propri attacchi di panico, ma anche tremiti, nausea, eccessiva sudorazione, vomito ed aggressività. Molte volte può essere dipesa da un’esperienza negativa e può comparire da bambini e, se non adeguatamente trattata, protrarsi nell’età adulta.

Combatterla non è facile  e richiede molta pazienza e forza di volontà. Tuttavia, deve essere affrontata, poiché la cura dei denti è molto importante e non può essere trascurata. Ma perché il dentista incute così tanto timore? E che cosa si può fare per superare questa paura al meglio?

Perché il dentista fa paura

Rispetto a molte altre figure mediche professionali, quella del dentista è una delle più temute ed in grado di generare uno stato di panico maggiore. Ma come mai ciò accade? Le motivazioni possono essere tante, ma spesso alla base di questo problema c’è un’esperienza negativa in un ambulatorio dentistico, che si è sedimentata e che non riesce ad essere superata, poiché particolarmente traumatizzante.

Tuttavia, molte persone sono intimorite dagli strumenti che vengono utilizzati dal dentista e che emettono rumori spesso spiacevoli, come il trapano. La stessa poltrona odontoiatrica è in grado di creare disagio, poiché impone al paziente di rimanere sdraiato durante i vari trattamenti, il che porta ad avere minore controllo sugli eventi.

Del resto, bisogna anche considerare che la bocca, ed i denti in particolare, sono una delle parti del corpo più sensibili, per tanto chi se ne occupa può non essere visto di buon occhio. Infine, gli stati personali, così come periodi di particolare stress e racconti, spesso, esagerati di parenti ed amici, possono condizionare notevolmente le sedute presso il dentista.

Come superare la paura del dentista

Come tutte le paure, anche quella del dentista può essere superata, basta avere un po’ di pazienza e seguire alcuni semplici, ma efficaci accorgimenti. La prima cosa da fare è scegliere un dentista che non si limiti semplicemente ad operare, ma che abbia il desiderio di instaurare un vero e proprio rapporto di fiducia e di dialogo con il paziente.

Ciò è quanto avviene presso lo Studio Dentistico Sante Vassallo, dove tutto è improntato a creare armonia e serenità, anche in caso di interventi significativi e che possono creare timore e particolare tensione emotiva. A contribuire a rendere il tutto più semplice, poi, è anche l’ambulatorio stesso, per tale ragione è bene che sia accogliente e piacevole, e non lugubre, così da riuscire a creare uno stato di rilassamento, anche durante l’attesa, che può essere snervante.

Tuttavia, per affrontare al meglio le sedute dal dentista, ma anche i semplici controlli di routine, può essere utile farsi accompagnare da una persona di fiducia, non affetta da stomatofobia ed in grado di trasmettere tranquillità. Nei casi più gravi è possibile ricorre anche allo psicologo, ma può essere produttivo anche ricordare che attualmente le procedure dentistiche sono molto meno traumatiche rispetto a quelle che venivano attuate in passato e soprattutto molto meno dolorose rispetto al mal di denti vero e proprio.