Gli accorgimenti necessari per una corretta igiene orale del bambino

0
48

La salute dei bambini passa anche dalla bocca. Il primo gesto d’amore per garantire il benessere dentale dei più piccoli viene attuato dalla madre durante la gravidanza. Alcuni studi, infatti, hanno messo in luce una forte correlazione tra malattie parodontali della madre ed eventuali complicazioni gestazionali.

Inoltre, è stato dimostrato che nella maggior parte dei casi, i ceppi batterici della saliva dei bambini corrispondono esattamente a quelli delle madri. Ciò è dovuto al contatto diretto della saliva materna con quella del bambino, mediante biberon, posate, baci e così via. Per questa ragione è molto importante che le donne, soprattutto in fase gestazionale, si sottopongano a periodici controlli dal dentista.

Di norma, l’uso dello spazzolino è indicato a partire dal primo anno di vita, ma in alcuni casi può essere necessario intervenire prima. Tuttavia, anche quando il bambino è sprovvisto di dentizione è opportuno passare una garza umida sulle gengive dopo i pasti, in modo da rendere l’igiene orale una vera e propria abitudine.

Lo spazzolamento dei denti del bambino: cosa è importante sapere?

Come si può immaginare, lo spazzolamento dei denti dei più piccoli dipende inizialmente dai genitori, che sono chiamati ad attuarlo soprattutto dopo cena. Per aiutare i bambini a capire l’importanza dell’igiene orale, la cosa migliore è recarsi in bagno, poco dopo aver mangiato, e lavarsi i denti tutti insieme e poi riprendere le normali attività serali.

É sbagliato, invece, obbligare i bambini a compiere questa operazione prima di andare a dormire, poiché viene percepita come una costrizione e viene associata anche allo spiacevole evento della separazione dai genitori durante la notte, che è di per sé traumatico. Importante è permettere ai più piccoli di sperimentare in autonomia l’utilizzo dello spazzolino, così da impararne il prima possibile l’utilizzarlo.

Tuttavia, dato che attuare una corretta igiene orale sui bambini può essere complesso, molti dentisti consigliano di adottare, almeno nei primi anni di vita, uno spazzolino elettrico, in grado di garantire una pulizia di denti e gengive profonda. Del resto, da alcuni anni è possibile contare su prodotti estremamente validi, dovuti alla continua ricerca delle case produttrici più importanti, come Philips che propone spazzolini elettrico bambini di ultima generazione, pensati per rimuovere la placca anche nelle zone più difficili da raggiungere.

Non bisogna dimenticare, poi, che molto importante per la salute dentale dei bambini è l’apporto di fluoro, che può essere diretto, mediante il dentifricio, che si può cominciare ad utilizzare, in piccole quantità, dopo il primo anno di vita, o indiretto, tramite pastiglie fluorate.

Le abitudini alimentari del bambino: quali sono gli aspetti da considerare?

Anche le abitudini alimentari giocano un ruolo importante nella salute dei denti dei bambini. I dentisti raccomandano di evitare i cibi appiccicosi, ma soprattutto il consumo di dolci ripetuto durante la giornata. La cosa migliore è concedere le pietanze zuccherate in corrispondenza dei pasti principali e non più di una volta al giorno.

In questo modo, infatti, è possibile evitare il mantenimento di un ambiente acido a livello orale, dipeso dalla continua fermentazione degli zuccheri ad opera dei batteri responsabili della carie. Di fatto, il palato dei bambini deve essere educato fin dai primi mesi di vita, così da evitare la preferenza per i sapori dolci. Pertanto, è bene non ricoprire le tettarelle con miele o zucchero.

Post in collaborazione con Philips

Loading...